parchi di divertimento in puglia
Parchi di divertimento in Puglia: 5 luoghi dove andare
febbraio 13, 2017
salento maldive italiane
Salento maldive italiane
febbraio 21, 2017
Mostra tutto

Vino Negramaro pugliese DOC Terra d’Otranto

vino negramaro vino pugliese DOC

Vino Negramaro. Vitigno tipico pugliese.

Il vino Negramaro, o Negroamaro, è un vino rosso pugliese DOC estratto dal vitigno Negroamaro a bacca rossa.

Tale vino pugliese è tipicamente prodotto in Salento, l’area sud della Puglia, il tacco dello stivale d’Italia che comprende tutta l’area che tra i Mar Ionio e il Mare Adriatico e comprende le province di Lecce, Brindisi e buona parte di quella di Taranto.

Quest’area di produzione viene anche definita Terra d’Otranto ed è protetta da una apposita DOC.

Il nome del vino Negroamaro prende il nome da due parole latine e greche, in realtà una ripetizione della parola nero: niger il latino e mavros in greco. In effetti il Negroamaro del Salento è un vino davvero nero-nero!

Le uve di Negramaro sono per altro molta versatili; infatti queste possono essere lavorate “in purezza” per produrre, appunto il vino Negramaro, ma è uso comune impiegarlo in bled con altri vitigni quali la Malvasia Nero, il Sussumaniello, Il sangiovese o ancora il Sangiovese o il Montepulciano.
addirittura sono stai prodotti degli spumanti rosati partendo proprio da tale vitigno.
Altre due curiosità sul Negroamaro: il vitigno è presente in 13 DOP su 28 e nella vinificazione in rosato registra un record di tutto rispetto: infatti il Negroamaro, nel 1943, è stato il primo rosato ad essere imbottigliato in Italia!

 

 

 

Caratteristiche organolettiche

Il Negroamaro è tra i vitigni pugliesi autoctoni tra i più noti insieme al Primitivo e al Nero di Troja caratterizzato da una bacca tonda e con riflessi nero/viola con notevole rivestimento di pruina ( la patina bianca che si può osservare sui chicchi).

La caratteristica di questo vino è il profumo intenso, un lieve retrogusto lievemente amarognolo (appunto) e secco con note di legno e tabacco. Ma non lasciarti ingannare da questa apparente “forza bruta”; infatti il Negramaro viene spesso usato per “tagliare” la Malvasia pre produrre degli strepitosi vini rosati.

Il vino Negramaro è caratterizzato da un tasso alcolemico di circa 13 gradi.

 

Abbinamenti gastronomici

La nostra cucina ha subito nei secoli notevoli influenze da quasi tutti i Paesi del Mediterraneo ed in particolare modo dalla Grecia antica.

Sono difatti tipici delle ricette pugliesi che prevedono mix altrove impensabili (a torto, garantito!) come le cozze ripiene.

La ricetta delle cozze prevede un ripieno di pane, aglio, prezzemolo, pepe, pecorino e uovo., dunque siamo di fronte ad un piatto dal sapore piuttosto deciso e avvolgente con note di piccante date sia dal pepe che dal pecorino.

Quale vino dovremmo abbinare con questo piatto che possa reggere in confronto?

Dovremmo optare per un vino che possa mitigare il piccante del pepe e del pecorino, che abbia dei tannini non troppo intensi e con lieve astringenza…si ok era una scusa per descrivere ancora il vino Negramaro!

Comments

comments