Otranto
Otranto la perla del Salento. Cosa vedere
febbraio 4, 2017
Lecce
Il patrimonio artistico pugliese
febbraio 4, 2017
Mostra tutto

Pizzica. Ballo tradizionale pugliese

Pizzica

Pizzica: ballo pugliese alla notte della Taranta

Indagare le origini della “pizzica” vuol dire risalire nella notte dei tempi e v’è chi sostiene che la sua radice sia nei culti dionisiaci introdotti nel Salento in età magnogreca.

Questa antica tradizione, attraversano il cristianesimo e il particolare il culto a san Paolo, si è poi innesta in quella della “tarantella” o “tarantata” o “pizzica tarantata”, che deve la sua fama al maestro Luigi Stìfani. Attenzione: i termini or ora elencati vengono spesso, utilizzati come sinonimi, ma si tratta di un uso improprio.

La pizzica in realtà è un ballo di coppia di varia natura. “Pizzica” indica però anche il morso della tarantola, un ragno velenoso, detto in dialetto “taranta”, il cui veleno può gettare la persona morsa in delirio; la tarantella è il ballo della donna “pizzicata” dalla taranta, ballo che avrebbe un potere terapeutico perché comporta molta sudorazione e quindi aiuterebbe l’organismo a liberarsi dal veleno. È chiaro che qui storia e leggenda si sovrappongono, lasciando spazio a un folclore fatto di balli, corteggiamenti, sagre, feste e magari anche tentativi di musicoterapia, a volte fondanti a volte meno, per curare persone che si volevano morse dalla taranta e che forse erano invece affette da patologie di ordine psichico.

 

 

Sta di fatto che il ritmo della pizzica è capace di travolgere chiunque lo ascolti e si lasci trascinare dal battito del tamburello e degli altri strumenti tipici della tradizione musicale come la fisarmonica, la chitarra, ma anche il violino.

La pizzica ha un suo rituale e dei passi che vanno rispettati. Essi variano dalla “pizzica pizzica”, che consiste in un corteggiamento dell’uomo alla donna, con tanto di fazzoletto rosso a lambire le curve sinuose del corpo femminile, alla “pizzica scherma”, che è la sublimazione di un duello e perciò prevede che sia ballata tra soli uomini.

A Melpignano, nel Salento, da una quindicina d’anni si tiene “La notte della taranta” un vero e proprio evento cult che attira ormai, ogni anno, decine e decine di migliaia di danzatori di tutte le età e da tutta Italia: un appuntamento da non perdere per il turista che intenda scoprire davvero la Puglia.

Comments

comments