bisceglie
Bisceglie. Cosa vedere
febbraio 4, 2017
Costa pugliese
Visitare la costa pugliese
febbraio 4, 2017
Mostra tutto

Salice Salentino. Il vino Pugliese DOC

salice salentino

Vino pugliese DOC: il salice salentino

Oggi ci accostiamo ad una DOC tra le più note e rinomate in Puglia. La sua zona di produzione non è solo quella del Comune di Salice Salentino, ma comprende gli adiacenti Comuni di Guagnano e Veglie, in provincia di Lecce, e i Comuni brindisini di Sandonaci e San Pancrazio Salentino, anch’essi viciniori. Sono in parte interessati anche i territori di Cellino San Marco (la terra di Al Bano Carrisi), in provincia di Brindisi, e Campi Salentina, di nuovo in provincia di Lecce.

La DOC Salice Salentino è stata istituita quarant’anni fa, l’8 aprile 1976, ma la sua tradizione produttiva risale almeno agli anni ’30 del secolo scorso, quando alcuni storici viticoltori producevano dei rossi e dei rosati a base di Malvasia Nera e, soprattutto, di Negramaro. Questo nobile vitigno è antico quanto questa terra costellata di masserie fortificate e torri di vedetta: il Negramaro era coltivato nel Salento almeno dal VI sec. avanti Cristo, al tempo della colonizzazione magnogreca e ben prima dell’arrivo dei Romani.

 

 

Le etichette della DOC Salice Salentino sono molteplici e ciascuna di esse ha peculiari proprietà organolettiche che, per brevità, non staremo qui ad esporre.

La DOC Salice Salentino riguarda le seguenti tipologie:

  • Salice Salentino bianco (anche spumante)
  • Salice Salentino rosato (anche spumante)
  • Salice Salentino rosso (anche con menzione riserva)
  • Salice Salentino Negroamaro (anche con menzione riserva)
  • Salice Salentino Negroamaro rosato (anche spumante)
  • Salice Salentino Pinot bianco (anche spumante)
  • Salice Salentino Fiano (anche spumante)
  • Salice Salentino Chardonnay (anche spumante)
  • Salice Salentino Aleatico (anche riserva, dolce, liquoroso dolce, liquoroso riserva)

Comments

comments